Magliano di Tenna

Ricercatori Unicam, nuova specie pianta

I ricercatori Fabio Conti e Fabrizio Bartolucci del Centro Ricerche Floristiche dell'Appennino, gestito grazie alla collaborazione tra l'Università di Camerino ed il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, hanno descritto una specie nuova per la scienza: Oxytropis ocrensis (Astragalo del Monte Ocre). La notizia è appena stata pubblicata su una rivista scientifica specialistica. La pianta è stata oggetto di uno studio morfologico comparativo con le specie affini che si rinvengono sulle Alpi e Penisola Balcanica. Le differenze hanno permesso di darle un nome, Oxytropis ocrensis, Astragalo del Monte Ocre, dedicato al Monte Ocre sul quale la specie vive, mentre non è presente su altre montagne. Sono attualmente in corso ricerche per avere più informazioni sul periodo in cui la specie si è originata. Secondo Conti e Bartolucci l'Astragalo del Monte Ocre arricchisce il già ricco patrimonio floristico abruzzese che annovera ben 3190 piante autoctone, tra specie e sottospecie.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie